Il piacere della scrittura

Il piacere della scrittura: attività laboratoriale di scrittura creativa con stimoli diversi: esercizi di stile, attività di gruppo, giochi per scrivere.

L'incontro è rivolto a docenti & educatori, genitori, studenti universitari e studenti liceali.

A cura di Eva Pigliapoco e Ivan Sciapeconi, insegnanti di scuola primaria. Sono, inoltre, autori di testi di narrativa, libri di testo, giochi, software e materiali didattici. Collaborano con il Centro Studi Erickson di Trento, la Rizzoli Education e il Future Education Lab di Modena. Hanno dato vita a "Pennà": scuola di scrittura creativa per ragazzi e ragazze. Si occupano di formazione degli insegnanti su vari temi orientati all’inclusione didattica e pedagogica: Universal Design for Learning, digitale, didattica per competenze, valutazione e personalizzazione delle verifiche, scrittura creativa, problem solving e creatività.


Educare comunità di lettori: il Writing and Reading Workshop

Il Reading Workshop: cornice metodologica e organizzazione pratica. Durante il laboratorio sarà possibile una immersione in alcuni strumenti del Writing and Reading Workshop: annotazioni e circoli di lettura per rendere visibili i processi di pensiero.

L'incontro è rivolto a docenti & educatori, genitori, studenti universitari e studenti liceali.

A cura di Silvia Pognante (Gruppo Italian Writing Teachers), docente di lettere presso l’I.C. Cetona (SI), è membro dello staff di IWT e della redazione del sito http://www.italianwritingteachers.it/. Autrice del blog didattico-metodologico "Laboratorio di parole", Silvia Pognante all'attività di insegnamento e ricerca affianca quella di formazione sul Writing and Reading Workshop e di coordinamento del gruppo di lettura "Libri di classe", dedicato a ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni.


Sono dislessico, ma posso studiare da solo

Il fine ultimo della lettura è la comprensione. Una buona comprensione del testo amplia le proprie conoscenze e sostiene le abilità di ragionamento. Spesso, in bambini e ragazzi con difficoltà di lettura, la comprensione è compromessa a causa degli errori e della lentezza nella lettura, con conseguenti ricadute nello studio e nel rendimento scolastico. Presenteremo, quindi, strategie e strumenti alternativi ai metodi di studio tradizionali, applicabili in percorsi abilitativi, riabilitativi e compensativi, per favorire l'autonomia in base all'età e alla classe frequentata.

L'evento è rivolto a docenti & educatori, genitori e studenti universitari.

A cura di Daniela Guitarrini e Claudia Ronchetti.

Daniela Guitarrini è una psicologa laureata in Psicologia Clinica e di Comunità presso "La Sapienza", Università di Roma. Ha conseguito il Perfezionamento in Disabilità dello Sviluppo e dell’Apprendimento presso la LUMSA (Libera Università Maria Santissima Assunta) di Roma. Svolge attività didattica e di formazione in diversi Master di Neuropsicologia e Scuole di Specializzazione di orientamento Cognitivo Comportamentale. Svolge, inoltre, attività clinica presso lo studio ABiCì e l’Istituto Rete su popolazioni di bambini con disturbo di apprendimento e disturbo da deficit di attenzione e iperattività, con particolare attenzione al sostegno ai genitori e agli insegnanti nella gestione del bambino (parent training e teacher training). Svolge attività di consulenza psicologica presso la Scuola Paritaria “Highlands Institute” di Roma e di esperto e coordinatore del Corso di Formazione Insegnanti presso la Scuola paritaria Santa Maria Ausiliatrice di Roma.

Claudia Ronchetti – Studio di Psicologia e Logopedia “ABiCì” è una logopedista con Master in Neuropsicologia dello Sviluppo conseguito presso la LUMSA (Libera Università Maria Santissima Assunta) di Roma e diploma presso la Scuola di Formazione in CAA e presso la Fondazione Benedetta d’Intino di Milano. Svolge attività clinica e di formazione sui disturbi del linguaggio e della comunicazione e sui disturbi dell’apprendimento. E’ coautrice di pubblicazioni contenenti materiali per il trattamento di disturbi del linguaggio, dell’apprendimento e altri BES.