Imparo, insegno, condivido

Suggestioni su come prendersi cura della propria formazione di educatori: strumenti, serendipity e comunità (anche virtuali)

Il monitoraggio e la documentazione della propria attività professionale è una condizione sempre più importante per aumentare la padronanza delle proprie competenze come educatori e rimanere aperti all’apprendimento per tutta la vita. Avere cura della propria formazione infatti è una necessità quotidiana, che ha bisogno di alcune attenzioni e di determinazione perché se non si continua ad imparare diventa difficile e faticoso continuare ad insegnare. Il rischio è non perdere mai l’equilibrio, requisito indispensabile per abbandonare alcune certezze e affrontare tutti quei cambiamenti necessari a promuovere innovazione, a partire dalle nostre pratiche quotidiane. Si promuoverà la condivisione delle personali strategie per documentare il proprio lavoro, si daranno alcuni suggerimenti per promuovere consapevolezza del proprio agire, avendo cura della propria formazione personale di educatori.

Il corso è rivolto a genitori, docenti ed educatori.

A cura di Daniela Di Donato, docente di lettere, due master universitari in Didattica e psicopedagogia dei Dsa e dell’Adhd, è ora Dottoranda di ricerca in Psicologia Sociale, dello Sviluppo e della Ricerca educativa. Formatrice sul Cooperative Learning, l’uso inclusivo delle tecnologie nella didattica, il Byod, la valutazione e la didattica capovolta, Daniela è tutor e formatrice scuola dell’Associazione Italiana Dislessia. Collabora per varie case editrici e scrive sulle riviste online Agenda Digitale.eu e Mamamò.


Design For Education | Open Session

Sessioni d'esami del corso di Elementi di Industrial Design, Unimore Facoltà di ingegneria aperta al pubblico.

Presentazione dei prototipi del corso di Elementi di Industrial Design, UNIMORE Facoltà di ingegneria A.A. 2018/2019, tenuto da Prof. Francesco Bombardi con Marcello Ligabue.

La sessione d'esami sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 17 e si svolgerà negli spazi di FEM, presso AGO Modena Fabbriche Culturali. Al termine della sessione, dalle 16 alle 17 i docenti e gli studenti resteranno a disposizione del pubblico per domande ed eventuali approfondimenti.

Future Education Modena ha supportato il corso di Design for Education ed è lieto di invitarvi a scoprire i progetti realizzati dagli studenti.


Non fermarmi, imparo lo stesso

Studiare e imparare con studenti iperattivi e dall'attenzione fragile.

Non stanno mai fermi, sono disordinati, perdono l’attenzione con facilità, faticano ad avere cura del loro materiale eppure imparano lo stesso. Chi sono le persone iperattive o con deficit di attenzione? Quali attenzioni si possono avere in classe e a casa per supportare il loro apprendimento e sopravvivere al caos? Conosciamo le caratteristiche dell’Adhd, visto dalla prospettiva di un docente e genitore.

Il corso è rivolto a genitori, docenti ed educatori.

A cura di Daniela Di Donato, , docente di lettere, due master universitari in Didattica e psicopedagogia dei Dsa e dell’Adhd, è ora Dottoranda di ricerca in Psicologia Sociale, dello Sviluppo e della Ricerca educativa. Formatrice sul Cooperative Learning, l’uso inclusivo delle tecnologie nella didattica, il Byod, la valutazione e la didattica capovolta, Daniela è tutor e formatrice scuola dell’Associazione Italiana Dislessia. Collabora per varie case editrici e scrive sulle riviste online Agenda Digitale.eu e Mamamò.


Future Education Modena

Come funziona la mente che impara

Come costruire un apprendimento efficace basato sui principi delle neuroscienze.

Le neuroscienze in questi ultimi anni hanno fatto passi da gigante ed hanno mostrato forti evidenze su quali siano i meccanismi implicati nell’apprendimento (efficace). Partendo da questa considerazione, verranno presentate le più recenti scoperte in ambito neuro-scientifico relative al funzionamento della mente che impara.

Il workshop, rivolto non solo agli esperti di settore, è progettato per fornire ai partecipanti una guida pratica all’utilizzo delle tecniche e delle strategie brain-based; l’approccio, prevalentemente interattivo e divulgativo, permetterà di discutere i temi proposti e trovare risposte concrete ai bisogni di tutti.

Il corso è rivolto a genitori, docenti ed educatori.

A cura di Beatrice Aimi, dirigente scolastico, Phd in Science Education, già assegnista di ricerca in Psicologia dell’ Educazione e dello Sviluppo presso l’Università degli Studi di Parma, formatrice didattica e autrice di numerose pubblicazioni in ambito nazionale e internazionale.


I voti mentono?

Tecniche di valutazione e aspetti meta-cognitivi.
In questo appuntamento rifletteremo sul concetto di voto e sul suo ruolo nei processi di formazione, con un focus su quanto questo sia in grado di dar misura delle effettive conoscenze dello studente (livello cognitivo).

In particolare, ci soffermeremo su quelle strategie, come il Certainty-based Marking (CBM), che consentono di analizzare il rapporto che il soggetto intrattiene con il proprio sapere (livello metacognitivo), come la sicurezza e la fiducia in se stesso.

Avremo modo di vedere in che modo utilizzare il CBM nella pratica didattica, tanto in aula quanto all’interno di ambienti di apprendimento virtuali (Moodle).

Il corso è rivolto a genitori, docenti ed educatori.

A cura di Alessandro Iannella.


Buoni studenti si nasce o si diventa?

Quali sono gli "ingredienti fondamentali" per avere successo a scuola? Strategie e consigli utili per avere un metodo di studio efficace.

Essere bravi a scuola è una condizione determinata geneticamente? Esistono davvero studenti di serie A e studenti di serie B? La risposta è - ovviamente - no!

Eppure le difficoltà a scuola sono in continuo aumento: demotivazione, inefficacia nello studio, comportamenti oppositivi, ansia scolastica…e molto spesso i genitori si trovano disorientati di fronte a questi atteggiamenti.

Il workshop intende presentare casi concreti su cui riflettere insieme e fornire strategie utili di intervento, anche sul metodo di studio. L’approccio utilizzato sarà fortemente interattivo.

Il corso è rivolto a genitori, docenti ed educatori.

A cura di Beatrice Aimi, dirigente scolastico, Phd in Science Education, già assegnista di ricerca in Psicologia dell’ Educazione e dello Sviluppo presso l’Università degli Studi di Parma, formatrice didattica e autrice di numerose pubblicazioni in ambito nazionale e internazionale.


Digital music con Marco Giordano

Hai quella curiosità di capire cosa vuol dire programmare musica del vivo? Questo è il workshop che fa per te.

Impara a usare il tuo computer per far ballare te e i tuoi amici la prossima estate!

Scrivi e programma la tua musica con SonicPI, un linguaggio di programmazione ideato per il live coding, una pratica di musica elettronica in cui si scrive codice per generare musica. Non importa essere musicisti e nemmeno saper programmare: bastano curiosità, passione e collaborazione.

Il corso è rivolto a tutte le ragazze e i ragazzi dagli 11 ai 16 anni.

A cura di Marco Giordano, FEM e docente di Acustica e Psicoacustica Musicale nei corsi di laurea in Musica Elettronica presso i Conservatori di L’Aquila e Roma.


Digital music con Marco Giordano

Hai quella curiosità di capire cosa vuol dire programmare musica del vivo? Questo workshop è quello che fa per te.

Impara a usare il tuo computer per far ballare te e i tuoi amici la prossima estate!

Scrivi e programma la tua musica con SonicPI, un linguaggio di programmazione ideato per il live coding, una pratica di musica elettronica in cui si scrive codice per generare musica. Non importa essere musicisti e nemmeno saper programmare: bastano curiosità, passione e collaborazione.

Il corso è rivolto a tutte le ragazze e i ragazzi dagli 11 ai 16 anni.

A cura di Marco Giordano, FEM e docente di Acustica e Psicoacustica Musicale nei corsi di laurea in Musica Elettronica presso i Conservatori di L’Aquila e Roma.