Gira la Moda 2.0 - Serigrafia digitale

Per usufruire di una speciale riduzione sull'acquisto di più biglietti relativi al programma FEM Kids, rivolgersi a: academy@fem.digital.

Design creativo e digitale sono alla base di tantissime attività.

Un filo rosso (è proprio il caso di chiamarlo così) lega le immagini bitmap e l’antica arte del punto croce. Ne sbroglieremo la matassa in un percorso a ritroso, partendo dalla prima collezione di emoji (disegnati da Shigetaka Kurita nel 1999 e oggi parte della collezione permanente del MoMA) e reinterpretandola attraverso strumenti digitali per poi ricamare il nostro simbolo personalizzato in materialissimi pixel di cotone. Un percorso di autorappresentazione e sviluppo della manualità che unisce tecnologie digitali e arti tessili tradizionali.

Fasi di lavoro:

    • Analisi dei primi emoji e del loro apporto linguistico
    • Scelta del proprio simbolo e reinterpretazione grafica tramite software
    • Estrapolazione del codice
    • Realizzazione al punto croce con tela Ida e filati di grosso titolo

Laboratorio rivolto a bambini 10-14.

A cura di Elena Ascari (Modena 1984). Dopo una laurea in Design degli Interni presso il Politecnico di Milano si specializza in Artigianato Digitale e inizia a collaborare con diversi Fab Lab in qualità di Project Manager e referente “Wearable Community”. Dal 2017 porta i suoi laboratori nelle scuole di vario grado e indirizzo. Interseca la passione per l’artigianato tessile con competenze tecnologiche, reinterpretando la tradizione in chiave contemporanea.


Sliding Histories: Timeless e il ruolo degli storici nella società 2.0

L'evento "Sliding Histories: Timeless e il ruolo degli storici nella società 2.0" rientra nel filone Tutta un’altra storia. L’immaginario storico nelle serie-TV.

Timeless è una serie televisiva statunitense di fantascienza sui viaggi nel tempo. La serie mette in scena il sogno di qualsiasi storico: poter viaggiare nel tempo e vedere con i propri occhi avvenimenti e personaggi chiave della storia contemporanea.

Uno dei protagonisti è una storica chiamata Lucy Preston. Questa scelta risulta interessante per analizzare il ruolo che la società contemporanea attribuisce alla figura dello storico. In questo caso si tratta innanzitutto di mettere a disposizione dei compagni le sue conoscenze per evitare comportamenti anacronistici e di contribuire alla scelta degli abiti (mentali e non) più adatti al contesto storico. Nel corso della serie si passa attraverso l’America ai tempi della schiavitù, della guerra di Secessione, della segregazione razziale negli Stati del Sud. La storia vista da una minoranza è anche quella vissuta in alcuni casi dalla storica che, in quanto donna, subisce in determinate epoche un trattamento discriminatorio e sessista. Viaggiando nel tempo i protagonisti della serie possono cambiare gli avvenimenti e costruire un presente diverso: in Timeless, dunque, si parla di “What If History”. Sullo sfondo vi è Rittenhouse, una organizzazione segreta che in tutti gli episodi della serie appare come la responsabile occulta delle pagine più nere della storia americana: un dato particolarmente interessante in un periodo come quello attuale che, grazie ai social media, ha visto rafforzarsi teorie complottiste e tentativi di spiegare la storia (americana e non) ricorrendo a cospirazioni e trame occulte.

L'incontro è rivolto ad un pubblico adulto.

A cura di Giancarlo Poidomani, insegnante di storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania. Da poco si è avvicinato alle nuove metodologie didattiche e di ricerca della Public History, nuova disciplina che promuove ricerche storiche innovative: fare storia non solo attraverso metodi tradizionali, ma utilizzando anche materiale audiovisivo, letteratura, fumetti.


Lettering per la serigrafia

Per usufruire di una speciale riduzione sull'acquisto di più biglietti relativi al programma FEM Kids, rivolgersi a: academy@fem.digital.

Design e creatività sono alla base di tantissime innovazioni, e sono competenze chiave per il futuro.

Scopriamo insieme il potere visivo delle parole e impariamo a dare carattere al messaggio che vogliamo comunicare. Dopo uno sguardo alle regole tipografiche e alle caratteristiche stilistiche dei caratteri, applicheremo alcune tecniche per tracciare lettere e parole partendo da sketch fatti a mano, utilizzando tutti i materiali come veri professionisti. Impareremo così a visualizzare le parole in modo espressivo e a creare una composizione tipografica pronta per essere stampata in serigrafia.

In questo modo potremo personalizzare ogni nostro accessorio.

Laboratorio rivolto a bambini 6-9.

A cura di Lucia Catellani, grafica e illustratrice freelance. Come grafica progetta soluzioni uniche per contesti culinari, culturali e editoriali, incluse identità visive per ristoranti e negozi, food packaging e altri materiali per la comunicazione online e offline. Come illustratrice disegna cibo, lettering, mappe e altri micro mondi, per ambiti pubblicitari e editoriali, lavorando essenzialmente in digitale, ma con un tratto analogico e un’attenzione ai dettagli. Insegna al corso di grafica della Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia e tiene workshop di illustrazione e comunicazione visiva in giro per l’Italia.


Coding Urbano - La città in movimento

Per usufruire di una speciale riduzione sull'acquisto di più biglietti relativi al programma FEM Kids, rivolgersi a: academy@fem.digital.

Come si costruisce una città? Da cosa si dovrebbe partire nella progettazione? Grazie a questo percorso capiremo come una città cresce, come un organismo vivente, fino a diventare intelligente.

Durante il quarto incontro vogliamo sviluppare una città intelligente che funzioni, e per questo, dobbiamo progettare i movimenti del nostro quartiere.

Avete mai pensato a quanti automatismi siano nascosti dietro a un sistema domotizzato?

Grazie al microcontrollore ARDUINO e a MBLOCK, un software di coding SCRATCH compatibile, programmeremo i movimenti di una città intelligente.

Laboratorio rivolto a bambini 10-14.

A cura di Giordano Vignoli, laureato in Scienze Naturali presso l'Università di Modena con specialistica in "Scienze per l'ambiente e il territorio" e tesi di Speleo Entomologia. Ha collaborato col Museo di Storia Naturale di Verona come entomologo e operatore didattico ed ha lavorato al Muse di Trento come operatore/maker del FabLab e come zoologo. In collaborazione con l'associazione Playres ha sviluppato format didattici di Metodologia e Divulgazione del Gioco, svolgendo anche attività di libero professionista nello sviluppo ed erogazione di format didattici. In FEM si occupa di Green Science, Robotica, Making, Food Science e Game Science. 


Navigazioni e conquiste: l'epoca vichinga attraverso le immagini di Vikings

L'evento "Navigazioni e conquiste: l'epoca vichinga attraverso le immagini di Vikings" rientra nel filone Tutta un’altra storia. L’immaginario storico nelle serie-TV.

Vikings è una serie televisiva canadese di genere storico creata e scritta da Michael Hirst, che ha debuttando il 3 marzo 2013. La serie è ambientata nel IX Secolo tra la Scandinavia e le isole britanniche e racconta in chiave romanzata le avventure del guerriero vichingo Ragnarr Lothbrok e della sua famiglia. Ragnarr è un contadino che nei mesi estivi è dedito alle scorrerie presso terre lontane nel tentativo di accaparrare bottino. Seppur romanzata la serie TV racconta tutta l’epopea dei vichinghi: dall’incursione al monastero di Lindisfarne all’assedio di Parigi, dalle battaglie tra i vichinghi e le armate del regno del Wessex, fino alla scoperta dell’Islanda da parte di Floki e alla spedizione in Sicilia e nell’Est Europa.

L’epoca vichinga è velata di misteri, credenze e simboli. Si tratta di popolazioni che non hanno lasciato nulla di scritto sulla loro storia e origine. Tutto quello che sappiano ci è stato tramandato da coloro che ne entrarono in contatto o da saghe scritte sotto forma di poemi epici a partire dal XII secolo. E’ indubbio che i vichinghi siano stati un popolo dalle grandi capacità, militari ma soprattutto commerciali. Questa popolazione, molto eterogenea, era prevalentemente composta da pastori e contadini delle zone del Nord Europa, come Danimarca e Norvegia. L’espansione militare e commerciale dei vichinghi iniziò dalle loro terre natie per poi progressivamente allontanarsi maggiormente, arrivando fino alle coste della Groenlandia, al Labrador e nel Mediterraneo. Molti storici ritengono che la loro scomparsa non fu una vera e propria estinzione, bensì un inglobamento della loro cultura con quelle di cui avevano fatto esperienza grazie ai traffici commerciali.

L'incontro è rivolto ad un pubblico adulto.

A cura di Fabio Fossati, laureato in Scienze Storiche presso l’Università Statale di Milano. Nel 2017 ha partecipato ad una campagna di scavo archeologico in un insediamento romano in provincia di Arezzo. Nel 2019 ha conseguito un Master in Public History presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e nello stesso anno entra anche a far parte di Pop History. Attualmente Fabio Fossati sta frequentando un altro master di II livello in Museologia, museografia e conservazione dei beni culturali presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e collabora con Spazio Geco, una start up di Pavia.


Orti Tech - L'innaffiatoio Tecnologico

Per usufruire di una speciale riduzione sull'acquisto di più biglietti relativi al programma FEM Kids, rivolgersi a: academy@fem.digital.

Un orto può diventare tecnologico? Sì, anche l’orto del vostro giardino, del vostro palazzo o quello che vedete pedalando sulla vostra bicicletta. Tecnologico significa intelligente, ad esempio in grado di gestire autonomamente l’acqua.

In questo appuntamento, grazie al microcontrollore Arduino ed a sensori elettronici, che si sostituiscono agli occhi e alle mani del giardiniere, riusciremo a progettare un sistema per innaffiare il nostro orto senza sforzi. Utilizzeremo MBlock, un software Scratch-compatibile

Pensi che sia difficile? Vieni a provare.

Laboratorio rivolto a bambini 10-14.

A cura di Alessio Reggiani e Alberto Trentadue. 

Alessio Reggiani da sempre sviluppa progetti che accomunano creatività e pragmatismo, portando quella interdisciplinarità frutto di ricerca ed esperienza. In Future Education Modena è Head of Technology e Responsabile del laboratorio di Green Science. Dirige da 8 anni la più innovativa e certificata azienda di sicurezza e domotica del territorio. Tuttora tiene corsi domotica in istituti superiori e allena gruppi per competizioni di robotica. Negli ultimi anni è stato anche responsabile della sede locale di una scuola di innovazione per ragazzi e ha collaborato a diversi progetti di cittadinanza attiva.

Alberto Trentadue è professionista nel settore ICT/IoT, Project Manager certificato PMP ed Innovation Manager riconosciuto dal MISE. In FEM è ICT manager e specialista IoT e coding. Titolare dello Studio "Agilioty", fornisce design, sviluppo ed integrazione di sistemi M2M/IoT su tutta la catena HW-SW-Cloud.
Precedentemente ha gestito, come Program Manager nel Gruppo Anritsu, programmi di sviluppo ed implementazione di sistemi di monitoraggio di reti di telecomunicazione per i principali gestori europei. Maker, Tech Mentor, sostenitore della riparazione, del riuso e delle economie circolari.


Animali fantastici e come programmarli - La Comunicazione

Per usufruire di una speciale riduzione sull'acquisto di più biglietti relativi al programma FEM Kids, rivolgersi a: academy@fem.digital.

La Biologia è un scienza affascinante e ricca di sfaccettature, oltre che il migliore per iniziare ad affrontare le scienze. Il nostro viaggio in un tema così sconfinato non poteva che iniziare dal gruppo che rappresenta il maggior numero di specie conosciute al mondo: gli insetti.

Programmando con il microcontrollore ARDUINO potremo far succedere cose fantastiche, come ad esempio ricostruire il funzionamento degli esseri viventi.

Eccoci giunti al terzo incontro, in cui cercheremo di rispondere ad una domanda importante: come comunicano gli insetti?

Ci verrà in aiuto ARDUINO, il microcontrollore dalle enormi potenzialità!

Grazie alla tecnologia Bluetooth e a MBLOCK, un software SCRATCH compatibile, simuleremo uno scambio di comunicazioni tra insetti nel mondo reale, comprendendo la complessità di informazioni che determinano la loro vita sociale. In questo modo faremo parlare i nostri insetti.

Laboratorio rivolto a bambini 6-9.

A cura di Giordano Vignoli, laureato in Scienze Naturali presso l'Università di Modena con specialistica in "Scienze per l'ambiente e il territorio" e tesi di Speleo Entomologia. Ha collaborato col Museo di Storia Naturale di Verona come entomologo e operatore didattico ed ha lavorato al Muse di Trento come operatore/maker del FabLab e come zoologo. In collaborazione con l'associazione Playres ha sviluppato format didattici di Metodologia e Divulgazione del Gioco, svolgendo anche attività di libero professionista nello sviluppo ed erogazione di format didattici. In FEM si occupa di Green Science, Robotica, Making, Food Science e Game Science. 


Coding Urbano - Acqua intelligente

Per usufruire di una speciale riduzione sull'acquisto di più biglietti relativi al programma FEM Kids, rivolgersi a: academy@fem.digital.

Come si costruisce una città? Da cosa si dovrebbe partire nella progettazione? Grazie a questo percorso capiremo come una città cresce, come un organismo vivente, fino a diventare intelligente.

Il terzo episodio ci porterà progettare un sistema di gestione dell’acqua. Sappiamo che l’acqua è un bene prezioso, e la sua gestione è uno degli obiettivi più importanti, in particolare nelle città.

Grazie al microcontrollore ARDUINO e al software di coding MBLOCK, SCRATCH compatibile, capiremo come evitare gli sprechi e progettare un sistema intelligente per la nostra città.

Laboratorio rivolto a bambini 10-14.

A cura di Giordano Vignoli, laureato in Scienze Naturali presso l'Università di Modena con specialistica in "Scienze per l'ambiente e il territorio" e tesi di Speleo Entomologia. Ha collaborato col Museo di Storia Naturale di Verona come entomologo e operatore didattico ed ha lavorato al Muse di Trento come operatore/maker del FabLab e come zoologo. In collaborazione con l'associazione Playres ha sviluppato format didattici di Metodologia e Divulgazione del Gioco, svolgendo anche attività di libero professionista nello sviluppo ed erogazione di format didattici. In FEM si occupa di Green Science, Robotica, Making, Food Science e Game Science. 


Il piacere della scrittura

Il piacere della scrittura: attività laboratoriale di scrittura creativa con stimoli diversi: esercizi di stile, attività di gruppo, giochi per scrivere.

L'incontro è rivolto a docenti & educatori, genitori, studenti universitari e studenti liceali.

A cura di Eva Pigliapoco e Ivan Sciapeconi, insegnanti di scuola primaria. Sono, inoltre, autori di testi di narrativa, libri di testo, giochi, software e materiali didattici. Collaborano con il Centro Studi Erickson di Trento, la Rizzoli Education e il Future Education Lab di Modena. Hanno dato vita a "Pennà": scuola di scrittura creativa per ragazzi e ragazze. Si occupano di formazione degli insegnanti su vari temi orientati all’inclusione didattica e pedagogica: Universal Design for Learning, digitale, didattica per competenze, valutazione e personalizzazione delle verifiche, scrittura creativa, problem solving e creatività.


Educare comunità di lettori: il Writing and Reading Workshop

Il Reading Workshop: cornice metodologica e organizzazione pratica. Durante il laboratorio sarà possibile una immersione in alcuni strumenti del Writing and Reading Workshop: annotazioni e circoli di lettura per rendere visibili i processi di pensiero.

L'incontro è rivolto a docenti & educatori, genitori, studenti universitari e studenti liceali.

A cura di Silvia Pognante (Gruppo Italian Writing Teachers), docente di lettere presso l’I.C. Cetona (SI), è membro dello staff di IWT e della redazione del sito http://www.italianwritingteachers.it/. Autrice del blog didattico-metodologico "Laboratorio di parole", Silvia Pognante all'attività di insegnamento e ricerca affianca quella di formazione sul Writing and Reading Workshop e di coordinamento del gruppo di lettura "Libri di classe", dedicato a ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni.